La Campagna

La pandemia da Covid-19 sta confermando una volta di più quanto i popoli della terra siano interconnessi e quanto ogni scelta locale abbia ricadute anche globali: la globalizzazione in cui siamo immersi non è soltanto economica, politica, sociale, culturale, ma è anche sanitaria.  I viaggi e gli spostamenti che fanno parte del nostro quotidiano e torneranno a essere più continui, hanno tra le conseguenze il fatto che a circolare siano anche i virus.

Ecco perché un male globale, il virus Covid-19, può essere sconfitto solo con un bene comune più grande: la vaccinazione per tutti. Sappiamo infatti che il virus continuerà a circolare  e sarà sempre un rischio anche per una popolazione vaccinata. Per vincere la partita occorre dunque essere vaccinati tutti. E proprio come in una famiglia si dà priorità a chi ha più bisogno, così anche noi promotori della campagna “A Vaccine for All #DareToCare” vogliamo dare priorità ai più vulnerabili e bisognosi del pianeta, indipendentemente dal loro reddito individuale o nazionale.

La fraternità è cosa quanto mai concreta, ecco perché, chiediamo che ogni persona del pianeta debba avere accesso ai vaccini, frutto del lavoro della comunità scientifica internazionale, in modo universale, equo, gratuito, veloce. 

Vogliamo favorire azioni proattive in favore delle nazioni rimaste fuori dalle varie forme di cura; stimoliamo i governi a praticare l’internazionalismo dei vaccini, che è l’esatto opposto del nazionalismo chiuso che non potrà mai sconfiggere il virus.

Vogliamo lo sviluppo della capacità di produzione e distribuzione dei vaccini anche nei Paesi poveri del mondo.

Nel contempo, ci mobilitiamo per una campagna sanitaria locale. Scopri di più sul progetto in corso qui.

La campagna “Vaccine for all” nasce da un’idea dei Giovani per un Mondo Unito e del Movimento Politico per l’Unità (MPPU) durante l’evento internazionale Settimana Mondo Unito come concretizzazione del percorso #DareToCare. È aperta a tutte le persone di ogni età, fede, convinzione e a tutte le organizzazioni che credono nel diritto universale alla cura e nell’internazionalismo dei vaccini.